ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

SPAGNOLI ALLE PRESE CON L'AUMENTO DELL'IVA

Lettura in corso:

SPAGNOLI ALLE PRESE CON L'AUMENTO DELL'IVA

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un settembre che resterà impresso nella memoria dei consumatori spagnoli. E’ il settembre dell’aumento dell’Iva, dal 18 al 21 per cento. E’ il settembre dei rincari, delle scelte oculate, dei portafogli piu’ leggeri. Due giorni dopo l’aumento voluto dal governo di Mariano Rajoy, mossa volta a recuperare circa 65 miliardi entro il 2014, i consumatori guardano le vetrine con delusione e scetticismo. Tutti i beni di consumo hanno subito un rincaro.
(signora) “I prezzi cresceranno ancora. Ci prendono i soldi dai portafogli, ci colpiscono tutti. E’ fatale”.
I rincari, naturalmente riguardano anche i prezzi dei carburanti, cresciuti durante tutta l’estate e protagonisti di un ultimo rincaro dopo il provvedimento sull’Iva. Ma su questo aspetto è intervenuto il ministro dell’Industria classificando gli aumenti di benzina e gasolio come insostenibili e mettendo sotto accusa le compagnie petrolifere.
Un unico dato positivo arriva, invece, per il mercato dell’auto. Complice l’imminente aumento dell’Iva, agosto ha archiviato un aumento delle vendite di oltre il 3 per cento dopo sei mesi in caduta. L’aumento delle imposte ha provocato un anticipo dell’acquisto di circa 10.000 auto ad agosto.