ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Venezia "The Master", ispirato a Scientology

Lettura in corso:

A Venezia "The Master", ispirato a Scientology

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla Mostra del cinema di Venezia numero 69, c‘è già chi scommette sulla Coppa Volpi per Joaquin Phoenix.

È il veterano Freddie di “The Master”: perso tra alcool e risse, finisce invischiato in una setta religiosa guidata da Philip Seymour Hoffman nei panni del carismatico guru, anch’egli candidato al premio per la miglior interpretazione.

Due personaggi borderline del secondo dopoguerra, legati da un rapporto morboso maestro – seguace, in cui ciascuno cerca di addomesticare l’altro senza davvero riuscirci.

Un film che ha destato non poche polemiche per gli evidenti richiami al fondatore di Scientology: “È un personaggio che ho creato pensando a Ron Hubbard”, ha detto il regista americano Paul Thomas Anderson, che ha firmato anche i pluri premiati Boogie Nights, Magnolia e Il petroliere, “Non so davvero molto su Scientology oggi ma so molto circa gli inizi di quel movimento, cosa che mi ha spinto a usarli come sfondo per i personaggi”.

Al Lido “The Master” ha ricevuto applausi e un consenso unanime di critica e pubblico. Un’accoglienza che potrebbe valergli il Leone d’Oro.