ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ryan attacca Obama alla convention di Tampa

Lettura in corso:

Ryan attacca Obama alla convention di Tampa

Dimensioni di testo Aa Aa

La stella di Paul Ryan rischia di brillare quadi più di quella di Mitt Romney. Alla convention repubblicana di Tampa che ha incoronato il candidato alla Casa Biaca, l’aspirante Vice presidente ha preso la parola. Con un discorso tutto fatto d’economia e attacchi a Barack Obama.

“Obama ha detto beh, non ho comunicato abbastanza. Signore e signori, nei 4 anni passati non abbiamo sofferto una mancanza di comunicazione alla Casa Bianca. Ciò di cui la Casa Bianca ha sofferto è stata una carenza di leadership” ha detto Ryan.

Ryan ha promesso un piano per la classe media con la creazione di 12.000 nuovi posti di lavoro. E poi l’affondo sulla riforma del sistema sanitario, pilastro del mandato di Obama.

“L’Obamacare è fatta da 2.000 pagine di regole, direttive, tasse, balzelli e ammende che non dovrebbero esistere in un Paese libero”.

Le promesse concrete avanzate da Paul Ryan la dicono lunga sul fatto che il voto, il 6 novembre, non è l’ultima tappa se anche il candidato repubblicano avesse la peggio.

Il nostro corrispondente Stefan Grobe: “Se Mitt Romney non vincerà, si aprirà la battaglia per il controllo del Partito Repubblicano. E un uomo di certo avrà la carta vincente: Paul Ryan. E’ il prediletto della destra e ha quasi oscurato Romney qui a Tampa”.