ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: Al vertice dei Paesi non Allineati, duro il discorso di Morsi sulla Siria, e la delegazione di Damasco esce dall'aula

Lettura in corso:

Iran: Al vertice dei Paesi non Allineati, duro il discorso di Morsi sulla Siria, e la delegazione di Damasco esce dall'aula

Dimensioni di testo Aa Aa

La prima volta di Mohamed Morsi in Iran fa già discutere. Il neo presidente egiaziano si è recato a Teheran per partecipare al vertice dei Paesi non Allineati rompendo un tabu che durava dal 1979, da quando dopo la rivoluzione degli Ayatollah l’Egitto aveva deciso di interrompere ogni rapporto diplomatico con l’Iran e in questa sede inoltre Morsi ha pronunciato un discorso molto duro sulla questione siriana.

“ E’ un impegno morale quello di appoggiare il popolo Siriano contro un regime oppressivo che ha perduto la sua legittimità. é una necessità politica e strategica. Noi crediamo in una Siria nuova ed indipendente, e noi tutti dovremmo dare il nostro più pieno supporto alla lotta di coloro che stanno chiedendo libertà e giustizia in Siria”

Parole che hanno spinto la delegazione siriana a lasciare, in segno di protesta, la sala del vertice, vertice a cui partecipano 120 paesi e più di 30 capi di stato e di governo anche se la presenza più controversa resta quella del segretario generale dell’ONU Ban Ki Moon che ha deciso di andare al summit di Teheran nonostante le opposizioni di Israele e Stati Uniti.