ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: l'energia in una scarpa

Lettura in corso:

Iraq: l'energia in una scarpa

Dimensioni di testo Aa Aa

L’energia in una scarpa, per far fronte alle carenze del sistema elettrico iracheno. L’idea è di un inventore di Karbala che si è ispirato ai pellegrinaggi verso la città santa per i musulmani sciiti. Il cellulare può essere ricaricato grazie a un dispositivo nella soletta.

Il movimento del piede attiva il dispositivo elettrico inserito nella scarpa, che collegato al cellulare, è in grado di ricaricare le batterie.

L’inventore è Baha al-Hasnawi, ha 30 anni. Ha creato il dispositivo in casa. Ha smontato il mini-generatore di un giocattolo e ha sottoposto a test la carica elettrica con un voltametro. Una volta soddisfatto della quantità di energia prodotta ha inserito il mini-generatore all’interno della scarpa.

‘‘Ho inserito un mini-generatore ricavato da un giocattolo nella soletta di questa scarpa”, spiega al-Asnawi, “ho saldato il circuito elettrico per ricaricare il cellulare durante ogni passeggiata. I pellegrini possono beneficiarne quando vengono a Kerbala”.

Una volta creato il meccanismo che permette la ricarica, un calzolaio locale si occupa di riadattare la scarpa.

Migliaia di pellegrini s’incamminano per ore verso la moschea della città santa. Secondo l’inventore il dispositivo potrebbe contribuire a ridurre i problemi della rete elettrica irachena. Baha al-Hasnawi ora è alla ricerca di un imprenditore che lo aiuti a fabbricare la sua scarpa carica cellulare.