ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Un dito high-tech


hi-tech

Un dito high-tech

In partnership con

Alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, i ricercatori dei progetti europei NanoBioTact e NanoBioTouch stanno sviluppando un dito artificiale che può essere collegato direttamente al sistema nervoso centrale. Alla base, vi è un’insieme di sensori di pressione che imitano la risoluzione spaziale, la sensibilità e le dinamiche dei sensori neurotattili umani.

Prima di giungere a questo punto, però, gli scienziati hanno dovuto studiare il senso del tatto. All’Università di Birmingham sono stati condotti vari studi che hanno coinvolto persone con paralisi e che hanno perso tale senso.

Prossimo Articolo

hi-tech

Il cemento antismog