ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studi dimostrano che l'uso di cannabis prima dei 18 anni danneggia il cervello

Lettura in corso:

Studi dimostrano che l'uso di cannabis prima dei 18 anni danneggia il cervello

Dimensioni di testo Aa Aa

I giovani dipendenti dalla cannabis rischiano danni a lungo termine al loro quoziente intellettivo.

Una approfondita ricerca portata avanti da studiosi britannici e statunitensi afferma che l’uso frequeste di cannabis prima dei 18 anni puo causare danni al cervello.

Pubblicata in una rivista scientifica di settore, gli studiosi affermano che l’uso di queste sostanze quando il cervello non ha ancora completato lo sviluppo puo far diminuire il quoziente intellettivo.

“Il cervello degli adolescienti è particolarmente sensibile agli effetti negativi delle sostanze come la cannabis, affermano dell’universita di Otago,Il quoziente di intelligenza è un indice molto importante per tutta una serie di attivita nella vita, ci dice quanto saremo educati, quanto bravi saremo negli affari, e serve anche a capire quanto saremo in salute.”

Per circa 40 anni, 1000 individui, nati fra il 1972 e il 1973 in Nuova Zelanda, sono stati osservati da un gruppo di studiosi ed e’ emerso che il loro quoziente d’intelligenza si era ridotto in modo irreversibile rispetto a quello dei coetanei che non avevano assunto cannabis. Con un punteggio QI medio di 8 punti in meno rispetto ai coetanei che non ne hanno fatto uso durante l’adolescenza.

I difensori della cannabis comunque sperano che questo studio non venga male interpretato

“Speriamo che il messaggio che fumare cannabis in eta adolescianze possa essere dannoso, non venga poi recepito come il fatto che fumare cannabis distrugga il cervello di chiunque”

Tutti i partecipanti allo studio sono stati sottoposti ad una serie di test psicologici per valutare la memoria, la velocita’ di elaborazione, il ragionamento e l’elaborazione visiva. Le persone che hanno usato marijuana con costanza hanno ottenuto dei punteggi significativamente scarsi.