ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: autobomba fa morti e feriti a un funerale

Lettura in corso:

Siria: autobomba fa morti e feriti a un funerale

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’autobomba ha causato più di dieci morti e decine di feriti in Siria, dove la violenza fa moltiplicare il numero dei profughi. L’ordigno è esploso durante il funerale di due giovani seguaci del regime in un sobborgo a sud di Damasco.

Ma questo non è il bilancio più grave di una giornata di violenza raccontata ancora una volta da video amatoriali. Dentro e fuori la capitale si è continuato a combattere, così come gli scontri sono continuati nel nord, a iniziare da Aleppo. L’aviazione governativa ha bombardato in modo pesante Kfar Nabl, nella provincia settentrionale di Idlib. I morti – secondo i ribelli – sarebbero una ventina.

I combattimenti aggravano un bilancio che conta già più di 20.000 morti, due milioni e mezzo di persone bisognose di assistenza e un numero di profughi in netto aumento. Al confine con la Turchia – Paese che ne ospita già oltre 80.000 – più di diecimila persone sono bloccate da giorni in attesa del via libera di Ankara per entrare. I nove campi allestiti sul suo territorio lungo il confine sono saturi e si attende la costruzione di altri quattro.

A rallentare il passaggio dei profughi sarebbero anche – stando alle dichiarazioni anonime di funzionari turchi – controlli di sicurezza più accurati dovuti al timore di una possibile infiltrazione di ribelli curdi dalla Siria. Secondo l’Onu, tra le persone in fuga c‘è un numero crescente di bambini non accompagnati, molti dei quali orfani.