ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Colombia decisa a firmare la pace con le Farc

Lettura in corso:

La Colombia decisa a firmare la pace con le Farc

Dimensioni di testo Aa Aa

Fare la pace con le FARC, il gruppo armato più longevo del sudamerica e mettere fine a un conflitto che dura da oltre 50 anni. È l’obiettivo che si è prefissato in Colombia il presidente Juan Manuel Santos. Lunedì a Cuba è stato siglato un documento d’intenti per iniziare un dialogo. Prima tappa delle discussioni in ottobre ad Oslo in Norvegia prima di finalizzare un eventuale accordo nuovamente all’Avana. Tre i passi da compiere per il presidente colombiano: “Imparare dagli errori del passato, porre un termine al conflitto e mantenere la presenza militare dello stato su ogni centimetro quadrato del paese”.
Un punto importante è proprio la non concessione di zone franche come in passato, ma una graduale smilitarizzazione delle Farc.
Ai dialoghi si dice pronto a partecipare anche l’ELN, altro gruppo armato storico del conflitto in Colombia.
Dopo innumerevoli tentativi però, i colombiani sono abbastanza scettici su questa ennesima promessa di dialogo: “Bisogna dire chiaramente alle Farc che quello che fanno è illegale, non è giusto, devono dimostrare concretamente di volere la pace e solo allora ci si potrà sedere a un tavolo negoziale.”
Aggiunge un atlro cittadino: “Non credo sia ancora il momento, le Farc ci hanno presi in giro un sacco di volte, Questa è solo una delle tante”.
Il conflitto in Colombia è frastagliato e i gruppi armati non hanno più un’agenda politica, ma vivono quasi sempre di narcotraffico e sequestri, e anche in parlamento il dialogo con le Farc non mette d’accordo tutti. Un no secco giunge infatti dall’ex presidente Uribe per cui solo la resa inondizionata delle Farc sarebbe la soluzione.