ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Protesta a quasi 400 metri di profondità per i minatori della Carbosulcis

Lettura in corso:

Protesta a quasi 400 metri di profondità per i minatori della Carbosulcis

Dimensioni di testo Aa Aa

Promettono di andare a oltranza e chiedono lo stesso trattamento dell’Ilva di Taranto i minatori della Carbosulcis a Gonnesa. Da ieri sera in circa quaranta sono barricati a quasi quattrocento metri di profondità alla miniera di carbone di Nuraxi Figus, in provincia di Carbonia-Iglesias, nel Sulcis, Sardegna meridionale, zona in passato simbolo della lotta per il territorio.

Con loro ci sono anche circa 350 chilogrammi di esplosivo, utilizzato per le lavorazioni. Chiedono al governo di dare il via libera al progetto di rilancio che prevede un piano integrato carbone-miniera-centrale elettrica, con la produzione di energia pulita dal carbone.

La miniera è stata occupata altre tre volte: nel 1984, nel 1993 e nel 1995. In quell’occasione i minatori rimasero asserragliati in galleria per 100 giorni. Tra pochi giorni in sede governativa è prevista la vertenza Sulcis per le aziende in crisi.