ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ex-moglie del "mostro di Marcinelle" verso la scarcerazione, oggi decisione definitiva

Lettura in corso:

Ex-moglie del "mostro di Marcinelle" verso la scarcerazione, oggi decisione definitiva

Dimensioni di testo Aa Aa

I giudici decidono oggi in modo definitivo in Belgio sulla scarcerazione di Michelle Martin, l’ex-moglie e complice del pedofilo Marc Dutroux, il “mostro delle Marcinelle”. In prigione dal 1996, la donna ha scontato 16 dei 30 anni di reclusione che le sono stati inflitti ed è attesa al convento delle monache clarisse di Malonne secondo quanto previsto dal piano di reinserimento.

“Abbiamo paura per i nostri figli, per quelli degli altri – dice la proprietaria di un bar di Malonne -, sarà libera in un luogo molto vicino a un asilo, a una scuola. Cosa accadrà quando uscirà? Cosa farà se incontrerà un altro folle?”

Ex insegnante, 52 anni, la donna è accusata di avere collaborato attivamente con Marc Dutroux, che sta scontando l’ergastolo per sequestro e stupro tra il 1995 e il 1996 di sei adolescenti e per l’omicidio di quattro di loro, due delle quali lasciate morire di fame a Marcinelle.

Nel corso di un recente incontro, il premier Elio di Rupo ha promesso riforme alle famiglie delle vittime, che denunciano lacune nel sistema penale belga. “Per Michelle Martin ormai è troppo tardi – dice il papà di una vittima -. Non c‘è una legge retroattiva, dunque è troppo tardi. Ma ci sarà una riforma della giustizia che riguarderà altre persone che hanno commesso crimini altrettanto atroci”.

I parenti delle vittime potrbbero ricorrere alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo. Intanto, i cittadini di Malonne si preparano a manifestare, dopo averlo fatto a più riprese insieme ad altre città del Belgio contro i protagonisti di uno dei capitoli più oscuri della sua storia recente.