ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Viaggiare in Europa con animali a seguito

Lettura in corso:

Viaggiare in Europa con animali a seguito

Dimensioni di testo Aa Aa

Domanda inviata sul nostro sito da Simona, Bucharest:“Vorrei poter portare il mio gatto con me dalla Romania in Italia. Cosa devo sapere?”

Risponde Nina Koudelkova, Servizio d’Informazione Europe Direct:“Secondo la normativa europea viaggiare con un animale a seguito è possibile se questo è in possesso del passaporto europeo per gli animali domestici. E’ possibile ritirarlo presso qualunque veterinario e contiene al suo interno la documentazione relativa alla vaccinazione anti-rabbia.

L’animale poi avrà bisogno di un microchip, o di un tatuaggio contenente tutte le informazioni del passaporto realizzato entro il 3 Luglio 2011. Il Passaporto, inoltre, è valido soltanto per i cani, i gatti e i furetti. Nel caso di conigli e canarini, si devono tenere presenti le diverse normative nazionali per il trasporto in entrata e uscita dal proprio Paese.

I dati relativi alla vaccinazione anti rabbia devono essere inseriti nel passaporto del vostro cane. In Finlandia, Irlanda, Regno Unito e Malta viene richiesta anche la certificazione relativa ai trattamenti anti ecchinococco. Questi devono essere somministrati dal veterinario entro un lasso di tempo che va da un minimo di 24 ore a un massimo di 120 ore dall’arrivo in Finlandia, Irlanda, Regno Unito o Malta. La certificazione dell’avvenuto trattamento dovrà essere inserita nel passaporto dell’animale.

Se si viaggia con un cane, un gatto o un furetto che ha meno di 3 mesi e quindi non ha ancora ricevuto una vaccinazione anti rabbia, allora si deve tenere conto delle regole vigenti nei diversi Stati europei”.

Per ulteriori informazioni sull’Ue, chiama lo 00 800 6 7 8 9 10 11 o visita il sito web: europa.eu/youreurope
Se anche tu vuoi fare una domanda su Utalk, clicca qui