ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: dopo la sentenza Breivik in molti sperano di voltare pagina

Lettura in corso:

Norvegia: dopo la sentenza Breivik in molti sperano di voltare pagina

Dimensioni di testo Aa Aa

In Norvegia è difficile parlare di soddisfazione per la sentenza Breivick. Brucia ancora terribilmente il massacro di 77 persone. Tra cui i tanti giovanissimi.
I sopravvissuti vivono sempre nel dolore.

“Vorrei entrare nella sua cella e urlargli dietro tutta la mia collera – dice Andres Langerod, sopravvissuto di Utoya – per almeno quindici, venti minuti. Spaccare quello che trovo e gridare per fargli capire tutta la mia furiosa rabbia”.

Lui, l’imputato è apparso trionfante.

“Ci siamo abituati alle sue reazion – dice una ragazza – non credo che alla gente possa importare. Noi volevamo il verdetto perché ci servirà per liberarci almeno in parte della sua immagine ora che andrà dietro alle sbarre”.

Per le famiglie delle vittime la sentenza lancia lo sguardo verso il futuro.

“Non posso relegare Andrina nel mio passato – dice la madre, Unni Marcussen – lei è ancora con noi. Invece il processo posso lasciarmelo alle spalle, vale a dire l’uomo che ha ucciso mia figlia. Ma la tristezza c‘è insieme al desiderio che mia figlia sia qui. É qualcosa con la quale stiamo imparando a convivere”.

In Norvegia in queste settimane si erano alzate molte voci per chiedere una pena piú severa per Breivik. Un’eventualità possibile solo con la modifica del codice penale.