ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: nuovi documenti su Merah, forse una rete dietro al killer

Lettura in corso:

Francia: nuovi documenti su Merah, forse una rete dietro al killer

Dimensioni di testo Aa Aa

Mohammed Merah forse non era solo: il serial killer di Tolosa, che nel marzo scorso uccise tre militari e quattro cittadini di religione ebraica prima di essere a sua volta ucciso, aveva effettuato 1.800 telefonate a quasi 200 persone in una ventina di Paesi tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011.

Lo rivela un articolo del quotidiano francese “Le Monde”, che si basa su documenti declassificati dei servizi segreti: documenti che renderebbero molto dubbia la versione ufficiale di un killer solitario.

Secondo la documentazione, Merah avrebbe effettuato un viaggio in Egitto, dove avrebbe frequentato un corso d’obbedienza salafita. Gli investigatori lo sorvegliavano sin dal 2009, e in precedenza avevano seguito i movimenti della sorella e del fratello, entrambi ora in carcere.

Ma la sorveglianza divenne più stretta solo nel marzo 2011, al ritorno da un viaggio in Afghanistan. A inquietare erano, in particolare, i frequenti cambi di schede SIM, alcune delle quali intestate alla madre.