ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grave condizione umanitaria al confine tra Sria e Turchia

Lettura in corso:

Grave condizione umanitaria al confine tra Sria e Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sono dottori incaricati ma solo medici volontari nella clinica improvvisata di Bab Al Salamah, a cavallo tra il confine siriano e turco. Migliaia di persone, in fuga dal fuoco di Aleppo, hanno trovato rifugio qui. Vengono curati con pochi mezzi.
Un’emergenza che la comunità internazionale vuole affrontare in tempi stretti.

“Vogliamo concentrare l’attenzione sulla questione umanitaria – Laurent Fabius, nmistro degli esteri francese – ha detto Una questione essenziale perché stiamo parlando della vita di uomini e donne. Dobbiamo sforzarci ad inviare degli aiuti per sostenere i paesi coinvolti che si trovano ad affrontare ingenti costi e per sensibilizzare l’opinione pubblica su questi aspetti”.

Oltre all’emergenza umanitaria aumenta nella regione la tensione. Damasco e Ankara si accusano reciprocamente di alimentare i gruppi armati presenti ai confini.

“Io sono ottimista – ha dichiarato il vice ministro degli esteri siriano, Faisal Miqdad – Penso sempre che la crisi in Siria sia alla fine. Gli aspetti che l’hanno alimentata sono ben noti. Gruppi armati di terroristi supportati da realtà regionali. Con il pericoloso sostegno della Turchia queste milizie, tra cui Al Qaida, hanno ottenuto armi sofisticate. Poi hanno avuto libero accesso in Turchia per entrare in Siria”.

“Io sono ottimista. Penso sempre che la crisi in Siria dovrebbe finire. Gli aspetti che hanno alimentato questa crisi sono ben noti. gruppi armati, gruppi terroristici, di sostegno da circoli regionali tra cui il supporto pericolosa da parte della Turchia bande terroristiche, di fornire questi con armi sofisticate e dando a ciascuno i terroristi del mondo tra cui al-Qaeda il libero accesso alla Turchia di venire in Siria. “

1:26 ends