ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, i bombardamenti non si fermano

Lettura in corso:

Siria, i bombardamenti non si fermano

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora bombe su Damasco dove continuano i combattimenti anche strada per strada, nella zona sud della capitale il regime ha piazzato carriarmati a presidiare i quartieri rifugio per i ribelli.

Secondo i testimoni sarebbero gli attacchi più violenti da quando l’esercito fedele al regime ha ripreso il controllo della capitale il mese scorso. Stessa impressione nel nord ovest del Paese, dove risuona l’artiglieria delle forze governative e non si fermano i bombardamenti. Secondo fonti militari sarebbero 700 i morti tra i ribelli dall’inizio dell’offensiva su Aleppo, circa un mese fa. Mancano cifre ufficiali ma gli operatori di Medici senza frontiere confermano che il numero di morti e feriti ha subito un’impennata da quando Damasco sferra i propri attacchi anche via aerea. Chi può scappa, nelle ultime 24 ore 2500 siriani si sono rifugiati in Turchia.