ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Samaras incontra Juncker

Lettura in corso:

Samaras incontra Juncker

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata non facile per il premier greco Samaras. Mercoledì l’incontro con il capo dell’eurogruppo Juncker. Obiettivo: ribadire la volontà di fare i tagli chiesti dall’Europa. In palio 31 miliardi e mezzo di euro dei fondi di salvataggio. Tagli che saranno di 2 miliardi in più del previsto, portando a 13 e mezzo il totale. E per i quali Atene è decisa a chiedere una proroga di 2 anni.

“Il governo greco deve ristabilire la credibilità sul fatto che riuscirà a realizzare misure fiscali e le riforme strutturali. Finché queste non ci saranno – ricordiamoci che non vedranno la luce se non dopo il completamento della prima verifica – è improbabile che l’offensiva diplomatica funzioni”.

Il piano di risanamento al vaglio dei ministri prevede, tra l’altro, tagli alla previdenza sociale e migliaia di licenziamenti nella pubblica amministrazione. Secondo Samaras – se realizzato in due anni – rischia di strozzare il Paese al suo quinto anno consecutivo di recessione. Una proroga permetterebbe la ripresa dell’economia. E impedirebbe lo spaccamento della coalizione di governo, divisa sulle misure di austerity