ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: in fiamme Chios e i suoi preziosi alberi

Lettura in corso:

Grecia: in fiamme Chios e i suoi preziosi alberi

Dimensioni di testo Aa Aa

per il mastice

Ancora in preda alle fiamme l’isola greca di Chios.
Per il quarto giorno consecutivo i violenti roghi stanno devastando terre coltivabili e zone boschive dove crescono tra gli altri, anche gli alberi di lentisco.

É da questa pianta che viene estratta la preziosa resina denominata mastice di Chios, utilizzata sia negli alimentari sia nei cosmetici. Gli incendi, si sospetta di origine dolosa, hanno giá distrutto circa tredicimila ettari di terreno. Un patrimonio naturale oltre che un nuovo duro colpo per l’economia della regione.

Situata nell’Egeo orientale, gli abitanti di Chios vivono oltre che di turismo soprattutto di agricoltura. Sull’isola si produce fino al 25% dell’intero raccolto mondiale di mastice.
In queste ore anche in Bosnia è emergenza incendi.

Colpita la regione turistica intorno al lago Boracko, vicino alla città di Konjic.
I vacanzieri che alloggiavano nei camping dell’area sono stati fatti evacuare.

“Siamo terrorizzati dalle fiamme e anche dalle rocce che cadono dalle montagne qui intorno – dice una turista di Sarajevo – Ho fatto allontare i miei figli. Io resto solo per vigilare la mia casa di vacanze”.

Nella Bosnia meridionale nelle ultime tre settimane sono scoppiati diversi roghi risultati difficili da domare, sia a causa dei forti venti sia per gli ostacoli ad intervenire in zone collinari.