ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia pronta alla svolta sulla questione Rom

Lettura in corso:

Francia pronta alla svolta sulla questione Rom

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere l’ora del cambio di rotta in Francia sulla questione Rom. Dopo i recenti sgomberi avvenuti nelle principali città del Paese,
Parigi è tornata ad essere osservata speciale della Commissione europea, come ai tempi del governo Sarkozy. Una analogia che non piace al nuovo inquilino dell’Eliseo, che promette, con il meeting promosso dal primo ministro Ayrault, di cambiare le regole per l’accesso al mercato del lavoro per i cittadini che provengono da Romania e Bulgaria. Si tratta di norme transitorie previste dal Trattato di adesione all’Unione europea di tali Stati.
Sarebbero in vigore fino al 2013 e permettono di esercitare in francia solo 150 mestieri.

“Ciò che ci aspettiamo è che l’incontro in programma a Parigi, apra al cambiamento politico – afferma Laurent El Ghozi attivista per i diritti dei Rom – In modo che smetta di essere un problema di sicurezza di competenza esclusiva del Ministero dell’Interno, com’ era con Sarkozy e come continua ad essere ora. Vogliamo una vera politica d’integrazione per i Rom che vivono in Francia”.

Le limitazioni nell’accesso al mercato del lavoro rappresentano la prima rivendicazione avanzata dai circa 20 mila rom che vivono nel Paese.