ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: il governo diminuisce le restrizioni sull'impiego dei rom

Lettura in corso:

Francia: il governo diminuisce le restrizioni sull'impiego dei rom

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà piu facile per i Rom ottenere lavoro in Francia. Il governo Hollande diminuisce le restrizioni sull’impiego di lavoratori di etnia rom provenienti da Romania e Bulgaria. L’annuncio è arrivato al termine di una riunione d’urgenza convocata a Matignon dal primo ministro Jean-Marc Ayrault dopo le polemiche scoppiate nei giorni scorsi per lo sgombero dei campi nomadi.

Ayrault ha incontrato gli esponenti dell’associazione Romeurope: “Non esiste un problema Rom – dichiara Malik Salemkour di Romeurope – non c‘è una richiesta specifica da parte dei Rom se non quella di vivere una vita dignitosa, in condizioni idonee sul territorio francese. 20 mila rom: non è un numero enorme, dobbiamo trovare una soluzione.”

Tra le misure adottate, in vigore fino al 2013, l’abolizione della tassa di 300 euro che i datori di lavoro dovevano pagare e l’ampliamento della lista dei lavori accessibili.

Misure criticate dall’opposizione politica: “La Francia ha il 10% di disoccupati – dice Eric Ciotti, deputato dell’UMP – è pura illusione far sperare che queste persone, spesso prive di una formazione, possano lavorare.”

Il governo socialista continuerà, però, a smantellare i campi clandestini, per mettere fine ad una “situazione di pericolo e rischio sanitario”. La Commissione Europea ha accolto con favore l’annuncio del governo, invitandolo a ‘‘rimuovere tutte le restrizioni ancora in vigore.”