ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, due ipotesi per l'attentato

Lettura in corso:

Turchia, due ipotesi per l'attentato

Dimensioni di testo Aa Aa

In Turchia si indaga sull’attentato che ieri sera ha provocato 9 morti e oltre 60 feriti a Gaziantep, nel sud-est a maggioranza curda. Un’autobomba è esplosa di fronte a un commissariato e non lontano dalla sede del governatorato regionale.

La strage potrebbe essere opera di separatisti curdi, ma anche essere legata al conflitto nella vicina Siria.

Autorità locali hanno puntato il dito contro il PKK, che però smentisce di essere responsabile. Ma Gaziantep si trova a poche decine di chilometri dal confine ed è il centro nel quale il governo turco ha istituito una struttura di accoglienza destinata a ospitare e smistare parte dei quasi 70.000 profughi siriani già arrivati.

Mentre Damasco accusa Ankara di fomentare la rivolta contro Assad, la Turchia imputa al regime siriano di sostenere il Pkk, attraverso un partito curdo presente nel nord della Siria, cui Assad avrebbe lasciato il controllo della sicurezza di alcune città per evitare che cadessero nelle mani degli insorti.

Intanto a Gaziantep, centinaia di persone hanno manifestato contro l’attentato, lanciando slogan davanti alla sede del BDP, il partito politico considerato vicino ai ribelli curdi.