ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caldo e siccità: in Europa danni gravi all'agricoltura

Lettura in corso:

Caldo e siccità: in Europa danni gravi all'agricoltura

Dimensioni di testo Aa Aa

Temperature infernali, siccità e incendi: l’Europa fa i conti con le conseguenze ambientali e agricole di un estate record. In Romania centinaia di ettari di mais destinato all’alimentazione degli animali per produrre latte, carne, formaggi e salumi derivati, sono andati distrutti.

“Siamo in grande difficoltà – dice un produttore. Se il governo non ci aiuta com‘è successo in Francia e in Germania non credo che saremo in grado di riprendere la semina in autunno.”

La Romania, insieme all’Ungeria, è tra i principali produttori di mais nell’Unione Europea. La riduzione dei raccolti anche a causa della siccità nelle campagne potrebbe aumentare il prezzo delle materie prime e aggravare la crisi economica.

“Ci sono meno prodotti, è evidente – dice una commerciante di Lubiana. Questi sono gli effetti sul raccolto della siccità di questa estate.”

Un’estate record anche per i roghi in Europa, 127 gli incendi boschivi divampati solo ieri in Italia. La regione più colpita è stata la Campania dove, dall’inizio di agosto, 1490 ettari di vegetazione sono stati distrutti dalle fiamme. L’allarme materie prime riguarda anche l’Italia colpita dalla più grave siccità dell’ultimo decennio.