ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: in migliaia contro libertà condizionata a ex moglie Dutroux

Lettura in corso:

Belgio: in migliaia contro libertà condizionata a ex moglie Dutroux

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcune migliaia di persone a Bruxelles hanno marciato per dire no alla libertà condizionata di Michelle Martin, ex moglie di Marc Dutroux. Anche Laetitia Delhez, una delle due vittime sopravvissute.

Michelle Martin ha scontato 16 dei 30 anni di carcere cui è stata condannata per complicità negli orrori commessi dal mostro di Marcinelle. Il 28 agosto la corte di cassazione si pronuncerà sulla validità della libertà condizionata.

Jean Denis Lejeune e Pol Marchal, padri di due ragazzine stuprate e uccise da Dutroux, hanno consegnato alla ministra della Giustizia diverse proposte di riforma.

“Se prendiamo il caso di Michelle Martin, che ha ucciso quattro bambine, e ne ha violentato, impriogionato e rapito almeno un’altra decina, lasciarla libera dopo un terzo della pena è troppo lieve”, dice Jean Denis Lejeune.

“E’ molto importante che le vittime possano dire la propria in questi casi”, afferma Pol Marchal.

Michelle Martin, 52 anni, potrebbe dunque scontare il resto della pena in un convento a Malonne, 60 chilometri a sud di Bruxelles.

Nel 1996 fu complice del marito che rapì e stuprò sei ragazzine, ne uccise due con le proprie mani e ne lasciò morire di fame altre due in una prigione sotterranea.