ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Assange, manifestazioni di solidarietà all'ambasciata

Lettura in corso:

Caso Assange, manifestazioni di solidarietà all'ambasciata

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di persone hanno manifestato il proprio sostegno a Julian Assange di fronte all’ambasciata dell’Ecuador nella capitale britannica. In rottura con il governo di Londra sostengono la via del salvacondotto verso il Paese sudamericano.

Ali Sheikholeslami, euronews:
“Il governo ecuadoriano ha appena concesso l’asilo a Julian Assange. Il governo britannico resterà a guardare?”. Tra i manifestanti c‘è piena solidarietà con il fondatore di Wikileaks: “Spero che Londra rispetti la legge, sia giusta e lasci andare Julian Assange nel nostro Paese”. Gli fa eco un altro sul caso di un assalto all’ambasciata: “È semplice: se non interverranno ne saremo felici. Se invece lo faranno si comporteranno in modo illegale, ma noi non faremo la stessa cosa, continueremo invece a protestare, a gridare il fatto che stiamo con la democrazia, e contro un sistema che consideriamo completamente corrotto”. “Siamo qui per sostenere Julian Assange – spiega un altro manifestante – per impedire venga estradato in Svezia, per poi essere estradato negli Stati Uniti dove rischia la pena di morte”. Una donna aggiunge: “Per favore, uniamoci e lasciamo libero quest’uomo, le accuse contro di lui sono false”

La posizione di Londra resta netta: non riconoscendo l’istituto dell’asilo diplomatico Assange va estradato in Svezia.