ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ferrovie: aumenti-record in Inghilterra, proteste

Lettura in corso:

Ferrovie: aumenti-record in Inghilterra, proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre, e poi ancora tre: va oltre il sei per cento l’aumento delle tariffe ferroviarie in Inghilterra, un rincaro che scatterà dal gennaio prossimo.
Le compagnie private di trasporto ferroviario ricevono ogni anno dal governo un’autorizzazione ad aumenti tariffari pari al tasso d’inflazione di luglio, quest’anno al 3,2%, al quale si può aggiungere una quota ulteriore, in questo caso il 3%. I sindacati protestano:

“Non conosco altri posti nel mondo in cui si conceda all’operatore un aumento pari all’inflazione più il 3%. Se chiediamo aumenti salariali di quella portata ci prendono per pazzi, ma se sono le imprese a farlo dicono che hanno il senso0 degli affari”.

La scelta è politica, e il governo ne rivendica la bontà: si tratta di un aumento importante perché si deve finanziare un piano di ammodernamento delle infrastrutture, che il governo ha già lanciato, per una spesa pari a undici miliardi e mezzo di euro:

“Nella situazione attuale, con la crisi del deficit che già pesa sui contribuenti, abbiamo bisogno di chiedere un contributo ai passeggeri, per realizzare quelle migliorie che consentiranno di decongestionare il nostro trasporto ferroviario”.

Sugli aumenti si è aperto un dibattito anche in seno alla coalizione di governo, e la segretaria ai trasporti ha detto che chiederà al governo di intervenire per contenere i prezzi.