ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: opposizione "imporre una no fly zone al regime"

Lettura in corso:

Siria: opposizione "imporre una no fly zone al regime"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il regime siriano da 5 giorni cerca di spezzare la resistenza ad Aleppo con i bombardamenti aerei. I ribelli hanno bisogno – spiega il capo del Consiglio nazionale siriano – che i Paesi stranieri impongano una no fly zone all’esercito di Bashar al Assad nei pressi dei confini turco e giordano.

La supremazia aerea delle truppe lealiste non permette una rapida avanzata via terra, anzi gli insorti affermano di aver riguadagnato parte del quartiere di Salaheddin e di aver attaccato la sede di radio e tv.

Si combatte anche a Homs dove l’opposizione denuncia esecuzioni sommarie per strada di decine di giovani. Mentre due giornalisti sono stati uccisi a Damasco per mano di entrambi i gruppi in guerra.

Sul fronte diplomatico si muove l’Arabia Saudita. È in programma per domani un vertice dei rappresentanti dei Paesi islamici. Una mossa che mette da parte la Lega araba, ancora senza un successore di Kofi Annan nel ruolo di inviato speciale, e coinvolge direttamente l’Iran nelle trattative.

La Siria – intanto – vive i giorni della resa dei conti. Un video amatoriale mostra i corpi di alcuni dipendenti governativi scaraventati dal tetto di un ufficio postale appena occupato dai ribelli, vicino ad Aleppo.