ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terzo oro e record del mondo per Usain Bolt

Lettura in corso:

Terzo oro e record del mondo per Usain Bolt

Dimensioni di testo Aa Aa

Usain Bolt centra la tripletta, ancora una volta, dopo Pechino, anche a Londra, nella penultima giornata delle Olimpiadi. Nella staffetta 4X100, i giamaicani conservano il titolo scendendo per la prima volta sotto i 37 secondi. Il nuovo record del mondo è 36” 84. Argento agli Usa (37“04), e bronzo a Trinidad e Tobago (38“12), dopo la squalifica del Canada che aveva realizzato il terzo tempo (38“07).

Bolt colleziona dunque tre ori, nei 100, nei 200 e nella staffetta, come quattro anni fa.

Trionfo record per gli Stati Uniti nella staffetta femminile 4×400. Il quartetto composto da Deedee Trotter, Allison Felix, Francena McCorory, Sania Richard Ross ha chiuso la corsa in 3’ 16’‘87. Vittoria che vale il quinto oro consecutivo a stelle strisce in questa disciplina. Argento per la Russia, bronzo alla Giamaica.

Nella marcia, oro nella 20 km per la russa Elena Lashmanova, argento per la connazionale Olga Kaniskin, bronzo per la cinese Shenjie Qieyang. Settima l’azzurra Elena Rigaudo, quattordicesima Eleonora Giorgi che ha stabilito così il miglior risultato personale.

Mohamed Farah re anche dei 5000 metri. Dopo l’oro nei 10000, l’atleta britannico d’origine somala ha fatto il bis lasciandosi alle spalle di un soffio l’etiope Dejen Gebremeskel e il keniota Thomas Pkemei.

La russa Mariya Savinova conquista l’oro negli 800 metri, con un tempo di un 1’ 56” e 19. Succede alla keniana Pamela Jelimo, la prima a tentare lo sprint, poi rimasta fuori dal podio. Argento alla sudafricana Caster Semenya, seconda anche ai mondiali, bronzo a un’altra russa, Ekaterina Poistogova. Savinova è anche campionessa del mondo in carica.

Nella finale di salto in alto femminile, oro per la russa Anna Chicherova, già campionessa del mondo in carica ed oro a Pechino 2008. La favorita della vigilia, saltando 2 metri e 05, ha sbaragliato le avversarie, bronzo per la statunitense Brigitta Barret e argento per la connazionale Svetlana Skolina.

Nel lancio del giavellotto Keshorn Walcott regala a Trinidad e Tobago la medaglia d’oro, con una misura di 84 metri e 58. Argento all’ucraino Oleksandr Pyatnytsya, bronzo al finlandese Antti Ruuskanen. Walcott, 19 anni, è il più giovane vincitore di un titolo olimpico in questa disciplina. E’ anche campione del mondo giovanile.

Nel calcio gara scoppiettante, ma con il Messico sempre con il colpo in canna: sigla la vittoria sul Brasile per 2 a 1. Peralta apre le danze, Hulk segna il gol della speranza, ancora Peralta chiude il match e conferma la cattiva sorte della nazionale brasiliana alle Olimpiadi.

Nella pallavolo femminile, il Brasile conquista la seconda medaglia d’oro olimpica consecutiva. Batte 3 a 1 gli Stati Uniti (25-11, 17-25, 20-25, 17-25).

Festa azzurra nel Teakwondo categoria +80kg. Carlo Molfetta ha vinto l’oro battendo l’atleta del Gabon, Anthony Obame. L’Italia così colleziona 8 ori e 23 medaglie.

Deve invece accontentarsi dell’argento Clemente Russo, nella box categoria -91 kg. Perde la finale contro l’ucraino Olexsandr Usyk.

Nella box, categoria 64 kg, Roniel Iglesias, cubano, diventa campione olimpico. Argento all’ucraino Denys Berinchyk, bronzo all’italiano Vincenzo Mangiacapre.

Nella categoria 56 kg s’impone il britannico Luke Campbell. Nella categoria 49 kg oro al cinese Zou Shiming.

Nella lotta libera, categoria fino a 120 kg, l’oro se lo aggiudica l’uzbeko Artur Taymazov, per la terza volta consecutiva. Nella categoria fino a 84 kg il campione olimpico è l’azero Sharif Sharifov, che è anche campione del mondo in carica. Nella categoria 60 oro a un altro azero, Toghrul Asgarov.

Nella ginnastica ritmica conferma olimpica per la russa Evgeniya Kanaeva che ha ottenuto l’oro, come 4 anni fa a Pechino. Domenica, ultimo giorno di Olimpiadi, grande attesa per le azzurre che si giocano l’oro contro le fortissime russe. Nella maratona uomini in gara Ruggero Pertile, nel ciclismo Marco Aurelio Fontana e Gehrard
Kerschbaumer, per la finale di mountain bike.

Nella pallavolo l’Italia lotta per il bronzo contro la Bulgaria, mentre nella pallanuoto il settebello sfiderà la Croazia in finale. L’ultimo oro per l’Italia risale a Barcellona 1992, il podio al 1996. Nel pentathlon saranno impegnate Claudia Cesarini e Sabrina Crognale, nel pugilato Roberto Cammarelle, nella categoria +91 kg.