ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovi episodi di violenza nel Sinai, Morsi rimuove alte cariche dello Stato

Lettura in corso:

Nuovi episodi di violenza nel Sinai, Morsi rimuove alte cariche dello Stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Una settimana dopo l’uccisione di sedici guardie di frontiera egiziane, il Sinai torna ad essere teatro di violenza. Fonti della sicurezza del Cairo hanno affermato di avere ucciso in un raid sette presunti terroristi durante scontri avvenuti ad al-Goura. Episodi simili sarebbero avvenuti in altre località lungo il confine con Israele.
 
Smentita la notizia secondo cui un gruppo di uomini armati avrebbe aperto il fuoco contro le truppe della forza multinazionale stanziata in vari punti del Sinai per il controllo del rispetto degli accordi di pace tra Egitto e Israele del 1979.
 
Per Mohamed Morsi – che in più occasioni si è recato nei luoghi dove sono avvenuti gli agguati – la nuova ondata di violenza nel Sinai rappresenta una sfida. Il neo Presidente egiziano – promettendo il pugno di ferro – si è impegnato a portare a termine la missione, riferendosi all’operazione militare volta a contrastare l’azione dei militanti islamici in particolare al confine tra Egitto, Israele e Gaza.
 
Come ultimo gesto, Morsi ha rimosso alcune personalità di alto profilo, tra cui il capo delle forze armate e ministro della Difesa Tantawi.