ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Takeshima-Dokdo, il Giappone grida all'affronto

Lettura in corso:

Takeshima-Dokdo, il Giappone grida all'affronto

Dimensioni di testo Aa Aa

La visita del presidente sudcoreano sulle isole Takeshima-Dokdo, la prima nella storia, è un atto inaccettabile per Tokio. L’arrivo di Lee Myung-bak su questo conteso fazzoletto di terra ha causato il ritiro dell’ambasciatore nipponico da Seul, promessa mantenuta dopo le minacce della vigilia.

Il premier giapponese Shihiko Noda:

“Insieme, io e il presidente Lee Myung-Bak abbiamo cercato finora di costruire un cammino positivo nelle relazioni tra Giappone e Corea del Sud. Questa visita è invece un atto deprecabile e credo che il governo giapponese debbe prendere una posizione forte”

Annesse al territorio sudcoreano nel 1954 con un atto unilaterale, le isole Takeshima-Dokdo vengono tutt’ora rivendicate dal Giappone che le incluse entro i propri confini nel 1905. Ma la contesa affonda nel passato remoto di queste isole oggi ricche di gas naturale.