ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, preoccupazione dopo la conferma della grave avaria al redattore nucleare

Lettura in corso:

Belgio, preoccupazione dopo la conferma della grave avaria al redattore nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Preoccupazione in Belgio e in molti altri paesi europei, dopo la conferma della grave avaria che ha costretto a fermare il reattore nucleare Doel 3.

Le “potenziali fessure” nella calotta scoperte a giugno non porrebbero nell’immediato alcun rischio, ma le autorità belghe ed europee raccomandano controlli accurati di tutti gli impianti simili ancora in esercizio.

La rimessa in discussione del nucleare apre per il Belgio un dibattito sull’intero sistema energetico, la cui efficienza tecnologica è a volte condizionata dalle convenienze di mercato.

“Bisognerebbe far funzionare le unità di riserva, che invece vengono tenute ferme per ragioni economiche, perché anche durante i periodi di alti consumi a volte conviene di più importare l’elettricità”.

Infine, c‘è anche chi si interroga sull’efficacia dei controlli a cui è sottoposta la filiera nucleare, dato che difetti di questa importanza, suscettibili di conseguenze catastrofiche, sono stati individuati così tardi.