ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, ad Aleppo continua la "battaglia finale" tra proclami e annunci di vittoria

Lettura in corso:

Siria, ad Aleppo continua la "battaglia finale" tra proclami e annunci di vittoria

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una guerra che si combatte con le munizioni, ma anche e soprattutto con i proclami e la propaganda.

E dunque anche stamani sulla città di Aleppo
circolano simili, alterne notizie: ovvero, “i ribelli stanno capitolando; no, a essere respinte sono piuttosto le truppe fedeli al presidente Bashar al-Assad”.

Lo scontro aspro tra ribelli ed esercito regolare ad Aleppo è da giorni definito come la “battaglia finale”. La situazione, che sembra costantemente sul punto di precipitare, resta bloccata: il braccio di ferro tra i due fronti si propaga quartiere per quartiere.

La presenza di giornalisti in città è quasi nulla e tutte le immagini sono per lo piu’ amatoriali.
Le ultime informazioni parlano di scontri piu’ intensi nella cittadella, ovvero il centro della città, dove ci sono i palazzi istituzionali.

Fonti governative, da filtrare con piu’ di qualche cautela, parlano di “accoglienza festosa” che gli abitanti avrebbero riservato all’esercito regolare. Altre notizie affermano che le armi dei ribelli sarebbero puntate sui luoghi strategici della città vecchia.

Resta una certezza: la popolazione civile di Aleppo, molto piu’ che nella capitale Damasco, sta pagando duramente la morsa della guerra civile: palazzi distrutti, cibo scarso e un numero imprecisato, ma pobabilmente molto consistente, di morti.