ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Commerzbank: una banca in crisi

Lettura in corso:

Commerzbank: una banca in crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi si fa sentire anche per le grandi banche tedesche. Commerzbank, secondo istituto di credito del Paese, registra un calo degli utili di un terzo per il primo semestre dell’anno, rispetto ai primi sei mesi dell’anno scorso.
 
Dopo il primo semestre dell’anno Commerzbank ha destinato a riserva 616 milioni di euro. Nel complesso su base annua l’istituto dovrebbe stanziare circa 1,7 miliardi di euro a garanzia di eventuali perdite.
 
Una somma che, per il momento, sembra difficile da raggiungere.
 
Commerzbank ha ammesso che l’obiettivo è molto ambizioso: va in questo senso il progetto di vendita di assets ritenuti non più strategici e un piano di tagli alle spese.
 
Un risultato positivo arriva dai conti trimestrali nel secondo trimeste del 2012 i profitti sono pari a 275 milioni di euro contro i soli 24 milioni contabilizzati nel stesso periodo dell’esercizio precedente.
 
Dato che l’attuale strategia non sembra dare gli effetti sperati, Commerzbank ha deciso di cambiarla. Nel piano, che verrà presentato l’8 novembre prossimo, verrà posto l’accento sul riposizionamento dell’istituto come banca universale libera da prodotti tossici.
 
Gli investitori comunque sono scettici: giovedì alla Borsa di Francoforte il titolo ha perso oltre il 4%.