ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: 60% Aleppo in mano ai ribelli ma è guerra d'informazione

Lettura in corso:

Siria: 60% Aleppo in mano ai ribelli ma è guerra d'informazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal tentativo di diffondere la notizia del collasso della ribellione ad Aleppo a quello di far credere morto il Presidente Bashar Al Assad a Damasco, la guerra in Siria è sempre di più, e come sempre, anche guerra d’informazione e disinformazione.

Il quadro reale della situazione sul terreno ad Aleppo, dove da giorni si concentrano i combattimenti tra lealisti e ribelli, è un quadro pieno di zone nere. I ribelli affermano di avere sotto controllo il 60% della metropoli, la seconda città della Siria.

L’esercito fedele al regime aumenta la pressione con la sua superiorità numerica ma sarebbe in scacco per lo meno nella zona settentrionale di Aleppo e nella roccaforte ribelle rappresentata dalla città vecchia.

Intanto l’evidenza racconta di una città dalla quale chiunque abbia potuto è fuggito. Il resto sono famiglie rinchiuse nei propri appartamenti nel terrore di un bagno di sangue. E secondo l’Oms non solo ad Aleppo ma in tutto il Paese le scorte di medicinali sono agli sgoccioli.