ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: osservatori Onu lasciano Aleppo, in Turchia altri 1000 profughi

Lettura in corso:

Siria: osservatori Onu lasciano Aleppo, in Turchia altri 1000 profughi

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli osservatori della missione delle Nazioni Unite in Siria presenti ad Aleppo hanno lasciato la città. All’indomani della defezione-choc del premier siriano, Riad Hijab, il regime intensifica i bombardamenti contro la capitale economica del Paese, concentrando le operazioni nella parte orientale, in mano ai ribelli.

Gli attivisti per i diritti umani parlano di 265 morti nelle ultime 24 ore in tutto il territorio nazionale, uno dei bilanci più sanguinosi dall’inizio della rivolta.

Sotto il fuoco dell’esercito lealista anche Idlib, una delle città più martoriate durante questi 17 mesi di guerra civile. I ribelli rispondono all’attacco dell’esercito con artiglieria leggera e si combatte strada per strada. Chi può fugge verso la Turchia. Oltre mille – tra i quali un generale disertore – i rifugiati accolti da Ankara questo martedì, quasi 50mila dall’inizio della repressione.

Gli scontri proseguono anche a Talbise, nei pressi di Homs, e a Zabadani, a circa 40 chilometri da Damasco.