ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sinai: 16 morti al confine Egitto-Israele. Morsi promette giustizia

Lettura in corso:

Sinai: 16 morti al confine Egitto-Israele. Morsi promette giustizia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attacco al posto di frontiera del Sinai non rimarrà impunito. Parola del Presidente egiziano Mohamed Morsi il quale, dopo l’attentato costato la vita a 16 agenti di polizia egiziani, ha incontrato il capo del Consiglio Militare Tantawi e decretato lo stato di emergenza nella zona del valico di Rafah, ora chiuso a tempo indeterminato.

In serata un commando si è impossessato di due blindati dell’esercito egiziano e attaccato il posto di frontiera di Kerem Shalom, poco a Sud della Striscia di Gaza: 16 le vittime. Uno dei mezzi militari ha sconfinato con Israele che ha messo in azione i suoi caccia, colpito l’autoblindo e dichiarato di aver ucciso 3 militanti.

Nell’attentato, secondo fonti egiziane messo a punto da un gruppo jihadista, non sono rimasti coinvolti cittadini israeliani. La regione di frontiera del Sinai è tornata ad essere uno dei punti di maggior preoccupazione per lo Stato Ebraico dopo la fine del regime di Mubarak e la caduta dell’Egitto in un periodo di incertezza istituzionale.