ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Teheran chiede a Turchia e Qatar aiuto per liberarare 48 iraniani presi in ostaggio

Lettura in corso:

Siria: Teheran chiede a Turchia e Qatar aiuto per liberarare 48 iraniani presi in ostaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

In Siria la vera battaglia di Aleppo deve ancora cominciare. Lo sostengono gli osservatori presenti sul campo, anche se è una decina di giorni che le armi tuonano nella città.

Come questa mattina, da quando l’esercito siriano ha iniziato a bombardare il quartiere di Salah ad din, principale roccaforte dei ribelli, mentre altri combattimenti sono in corso in diversi quartieri.

Le forze anti Assad sarebbero riuscite ad arrivare nel cuore di Aleppo, ai piedi della Cittadella antica.

Tutte posizioni che possono cambiare velocemente nel corso degli avvenimenti. Come nella stessa Damasco, dove il regime sostiene di aver ripreso il totale controllo della capitale. Scontri sono segnalati nel quartiere che ospita tra l’altro uno degli uffici di Bashar al Assad.

Altro segnale di difficoltà del regime è il rapimento di quarantotto iraniani da parte dei ribelli.

Passati come pellegrini in visita, ora vengono definiti dalle forze anti Assad come ufficiali militari dei servizi segreti iraniani. Teheran ha chiesto a Turchia e Qatar di intercedere per la loro liberazione.