ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Madrid non chiede aiuto alla Bce, ed esclude un intervento sulle pensioni

Lettura in corso:

Madrid non chiede aiuto alla Bce, ed esclude un intervento sulle pensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si farà ricorso ai fondi europei per un intervento in soccorso della Spagna, ma per la prima volta il governo di Madrid non esclude del tutto una possibilità del genere.
 
Ciò che rimane invece escluso è un taglio alle pensioni, un’ipotesi molto poco popolare, che il premier Rajoy ha risolutamente negato, almeno fino all’anno prossimo.
 
“Non ho intenzione di imporre tagli alle pensioni, l’anno prossimo. Come ho detto altre volte, questa sarebbe l’ultima voce di bilancio su cui vorrei intervenire. Insisto: nessuna intenzione di tagliare le pensioni, l’anno prossimo”.
 
Così come si era impegnato a fare, il governo ha approvato misure che tagliano oltre 100 miliardi di spesa pubblica, tra il 2013 e il 2014.
 
Con una disoccupazione superiore al 20 per cento e netti segnali di recessione, la Spagna ha ancora molto lavoro da fare per uscire dalla crisi.
 
E mentre nel paese cresce il movimento di chi si oppone alla politia di austerità, il primo ministro Rajoy ha scritto al presidente europeo Durao Barroso, per ribadire l’urgenza di una unione fiscale e bancaria europea e per chiedere che se ne discuta subito per permettere una approvazione definitiva entro dicembre.