ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: oltre 250 mila i civili fuggiti dal nord del paese

Lettura in corso:

Mali: oltre 250 mila i civili fuggiti dal nord del paese

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi maliana puó essere risolta solo attraverso la volontà politica. A sostenerlo l’Alto commissario dell’Onu per i rifugiati Antonio Guterres, che insieme al segretario di stato americano aggiunto Anne Richard, ha visitato il Burkina Faso.

Ouagadougou, insieme al resto dei paesi della regione, è indirettamente coinvolto dall’instabilità nel nord del Mali. Soprattutto per le popolazioni civili in fuga, come precisa l’inviato dell’ONU:

“É importante sottolineare che vi sono 250 mila rifugiati maliani. Hanno attraversato i confini tra molte sofferenze e difficoltà per arrivare in paesi poveri che sono già in emergenza alimentare come Niger, Mauritania e Burkina Faso”.

É da aprile che nella regione è emergenza. Da quando i tuareg del Movimento nazionale per la liberazione del Mali hanno dichiarato l’indipendenza del nord del paese, denominandolo Azawad.

Ad aggravare la situazione nell’area è la presenza del gruppo islamico Ansar Dine, che sta applicando nelle zone sotto il proprio controllo la sharia. La violenza si aggiunge all’instabilità politica e all’emergenza alimentare.