ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra: il merchandising olimpico non conosce crisi

Lettura in corso:

Londra: il merchandising olimpico non conosce crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Turisti in calo a Londra e residenti in fuga dalla City a causa delle Olimpiadi. Il volume d’affari non è quello sperato da albergatori e ristoratori, ma il
merchandising dei Giochi non conosce crisi.
 
Tutti in fila a comprare un gadget-ricordo per poter dire: io c’ero.
 
“È davvero emozionante – sorride Seb Blevings, manager del maga store Londra 2012 – Siamo fieri di essere i fornitori uffciali dei Giochi Olimpici e Paraolimpici, ci ha aiutato molto negli affari. La gente è felice, come potete vedere. È impossibile non sorridere quando c‘è Wenlock (la mascotte olimpica, ndr)”.
 
È impossibile anche risparmiare, considerando che la tazza griffata Londra 2012 costa 12 euro. Ma in molti ritengono che valga la pena un ricordo delle Olimpiadi:
 
“Beh, i Giochi rappresentano una parte della storia del nostro Paese – dice una lady britannica - Sono molto orgogliosa di essere britannica. Girare per Londra ti fa capire cosa significano i Giochi e voglio conservare qualcosa per ricordarmene in futuro”.
 
“Il mio caffè sarà versato in questa tazza – dice un residente della City - Siccome vivo a Londra non sarà proprio un souvenir, ma un modo per ricordare i Giochi. Mi alzo al mattino e bevo una tazza di caffè di Londra 2012”.
 
“Il turismo è in calo a causa delle Olimpiadi, ma il merchandising ufficiale dei Giochi sta vendendo molto bene – conclude il corrispondente di euronews a Londra – anche grazie al Wenlock”.