ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bielorussia: gli orsetti sfidano il regime di Andrei Lukashenko


Bielorussia

Bielorussia: gli orsetti sfidano il regime di Andrei Lukashenko

Quattro luglio: un bombardamento pacifico ma non innocente. Gli orsetti con al collo messaggi anticensura lanciati su Ivenets, vicino Minsk, da un blogger sfidano il presidente bielorusso Lukashenko. L’arma dell’ironia è difficile da combattere anche per quello che viene definito “l’ultimo dittatore d’Europa”.

Gli organizzatori assieme al blogger Anton Suryapin sono i dipendenti di un’agenzia di comunicazione svedese che hanno anche dovuto imparare a pilotare perchè nessuno voleva farlo.

Thomas Mazetti: “Un dittatore puo’ far paura ed essere odiato ma quando si comincia a ridergli in faccia i suoi giorni sono contati” .

Il presidente Lukashenko all’irrisione ha reagito mostrando i denti: rimozione dei vertici della difesa aereonautica, arresto del blogger per aver pubblicato su Internet le foto degli orsetti e minaccia di abbattere i velivoli in caso di nuovi voli con peluche a sorpresa.

Stando ad alcune indiscrezioni dei media bielorussi Anton Suryapin sarebbe recluso presso il quartiere generale dei servizi segreti nel centro di Minsk conosciuto dai residenti con il nome di “Amerikanka”. Qui oppositori e dissidenti hanno conosciuto la tortura e lunghe detenzioni.

Tra loro anche Andrei Sannikov uno dei candidati che hanno sfidato Lukashenko alle presidenziali del dicembre 2010, condannato dopo il voto farsa per aver incitato le masse a scendere in piazza contro il regime, al potere dal 1994. Manifestazioni nelle quali l’altro candidato Vladimir Nikliaev ha subito le percosse delle forze dell’ordine.

L’opposizione bielorussa manca di una figura carismatica di riferimento.Gli orsetti almeno ricordano la libertà d’espressione in vista del voto parlamentare del prossimo settembre.
E nuovi peluche spuntano per le strade della capitale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

A Berlino decine di manifestanti chiedono una tassa per i ricchi