ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aleppo, i ribelli attaccano l'aeroporto militare. Gli osservatori Onu a Damasco

Lettura in corso:

Aleppo, i ribelli attaccano l'aeroporto militare. Gli osservatori Onu a Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Damasco e Aleppo sono i fulcri del conflitto che continua a insanguinare la Siria. Aleppo, cuore commerciale del paese, è sotto i colpi dell’artiglieria pesante. Il fronte ribelle continua ad acquisire mezzi presi all’esercito fedele al presidente Bashar al-Assad.

I tiri dell’artiglieria ribelle hanno colpito stamani l’aeroporto militare, una postazione strategica per la conquista della città, in cui ribelli ed esercito regolare si fronteggiano da quasi due settimane.

Imprecisato il numero delle vittime: mancano stime ufficiali, ma tra le macerie dei vari quartieri di Aleppo si teme il peggio. Migliaia di persone sono asserragliate in scuole, moschee ed altri edifici pubblici.

Intanto nella capitale Damasco le truppe dell’esercito lealista controllano minuziosamente gli accessi alla città, in cerca di armi. Negli ultimi scontri sarebbero morte 35 persone, per lo piu’ civili.

A Damasco è arrivata anche la squadra di osservatori Onu. Gli abitanti interpellati nei sobborghi affermano di non potersi muovere, di essere bloccati e soprattutto lamentano la scarsità di cibo e di pane nel periodo di Ramadan.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, soltanto mercoledi’ sarebbero morte in tutto il paese piu’ di 180 persone.