ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum in Romania: appello alla Corte Costituzionale su raggiungimento quorum

Lettura in corso:

Referendum in Romania: appello alla Corte Costituzionale su raggiungimento quorum

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scontro tra Presidente e Primo ministro in Romania non si è esaurito col referendum sulla destituzione del capo dello Stato, Traian Basescu.

La consultazione non ha raggiunto il quorum, ma i sì alla destituzione hanno superato l’86% dei voti.

La maggioranza social-liberale chiede alla Corte costituzionale di ricalcolare il quorum in base alla cifra ancora provvisoria del censimento:

“La Corte costituzionale ha un pesante fardello sulle sue spalle e non dovrebbe essere così – sostiene il Presidente ad Interim, Crin Antonescu -Infatti, di fronte al risultato del referendum, Traian Basescu dovrebbe dimettersi”.

La decisione dei giudici è attesa questo giovedì e nel frattempo l’opinione pubblica chiede di porre fine a questa guerra politica ai limiti della democrazia. Il quatidiano Adevarul, primo per tiratura nel paese, ha aperto l’edizione di mercoledì titolando “Fermatevi”.

Ma la maggioranza guidata dal premier Victor Ponta vuole fermamente le dimissioni di Basescu e lo stesso primo ministro ha scritto al Presidente della Commissione europea per invitarlo a rispettare la decisione che prenderà la Suprema corte.

Molti analisti romeni definisco quella di oggi la peggiore crisi istituzionale dalla fine del comunismo.