ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar, omicidi etnici: "il governo non interviene"

Lettura in corso:

Myanmar, omicidi etnici: "il governo non interviene"

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel paese asiatico si susseguono gli omicidi etnici, nell’indifferenza del governo locale. Tale accusa alla giunta militare arriva dall’osservatorio Human Rights Watch, che mercoledi’ in Thailandia ha tenuto una conferenza stampa per denunciare le violenze etniche tra musulmani e buddisti, che insanguinano la regione di Rakhine.

“La cosa grave in questa vicenda – ha affermato un portavoce dell’organizzazione – è che c‘è stato da parte del governo un mancato intervento: entrambe le fazioni, quindi, si sono armate per difendersi. La mancata protezione dell’esercito ha incoraggiato i miliziani dei due schieramenti e ha permesso loro di pianificare e di effettuare attacchi contro la parte avversa. In altre parole, la situazione è presto degenerata in caos”.

I morti sarebbero già oltre cento. Nella regione vive la minoranza musulmana dei Rohingya, che accusa il governo di connivenza coi buddisti di etnia Rakhine. Secondo alcune testimonianze i miliziani buddisti sarebbero stati visti all’opera a fianco delle forze di sicurezza.