ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Appetitosi mangimi per pesci

Lettura in corso:

Appetitosi mangimi per pesci

Dimensioni di testo Aa Aa

Anita Viga, Direttore marketing della Skretting:
“In tanti anni abbiamo confezionato mangimi per pesci in modo tradizionale adoperando resti di pesce e olio di pesce. Alla lunga questo procedimento non risulta sostenibile”.

Gli allevatori hanno una nuova lunga lista di ingredienti per i loro mangimi.

In passato l’itticoltura prevedeva la realizzazione dei mangimi con frattaglie di pesce.

Adesso pero’ le risorse dell’oceano diminuiscono ed ecco nuove ricette per i mangimi. Gli ingredienti sono quelli delle normali coltivazioni.

Leo Nankervis, Ricercatore nutrizionista, Skretting ARC
“ Sono molto simili ai precedenti, hanno la stessa forma e hanno molte caratteristiche degli alimenti precedenti. Ma da quando abbiamo eliminato i derivati dei resti di pesce adoperiamo una varietà di altri alimenti come il glutine del grano o un concentrato delle proteine della soia, fagioli, piselli al fine di garantire un’ alimentazione nutriente secondo noi”.

Questo mangime per pesci è stato pensato nel corso di un progetto di ricerca europeo.

Gli scienziati lo hanno testato con salmoni, trote, orate e carpe.

Non è un mangime totalmente vegetale perchè resta un 10% di carne di pesce.

Come si puo’ considerare un preparato con fagioli e soia?

Leo Nankervis:
“ Dobbiamo prima di tutto accertarci della digeribilità del mangime al quale abbiamo aggiunto un marcatore inerte tanto da poter vedere quelli che sono i resti dopo la digestione e quanto sia gradito ai pesci. Da qui ci vogliono molte sperimentazioni per assicurarsi quanto il prodotto fresco incida sulla crescita dei pesci”.

Le prove hanno dimostrato che i pesci crescono come prima e le loro carni sono altrettanto saporite anche se nutriti con mangimi fatti da fagioli e soia.

Cosi’ in questa fabbrica di Stavanger in Norvegia è stato messo in produzione un mangime piu’ sostenibile.

Anita Viga:
“ Abbiamo eseguito molte sperimentazioni ed abbiamo dismotrato agli allevatori che questo mangime puo’ funzionare e che i risultati consentono di produrre una buona qualità di pesce, insomma ha delle potenzialità economiche oltre ad essere sostenibile e realizzabile, questa è la via possibile da seguire”.

http://www.aquamaxip.eu/