ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: ratificato il libero scambio con le ex repubbliche sovietiche

Lettura in corso:

Ucraina: ratificato il libero scambio con le ex repubbliche sovietiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento ucraino ha ratificato l’area di libero scambio con le ex repubbliche sovietiche. I membri della confederazione, composta da nove paesi, avevano approvato l’area di ‘free trade’ nell’ottobre del 2011. La ratifica dell’Ucraina arriva dopo quella di Russia e Bielorussia. Il premier Mykola Azarov:

“Appena l’accordo entrerà in vigore, gli scambi commerciali tra l’Ucraina e i paesi della Comunità degli Stati Indipendenti aumenterà di un terzo, ovvero del 35%, e questo darà un impulso al al nostro PIL”.

Stando a diversi esperti però, l’accordo è solo fumo negli occhi, in quanto elenca una serie di restrizioni che mettono in dubbio gli effettivi benefici del patto.

“L’Ucraina ha firmato un accordo che chiamerei una zona di restrizione con elementi di libero scambio, piuttosto che una zona di libero scambio. La lista delle restrizioni è lunga diverse pagine nel documento e riguardano sia l’import che l’export”.

Per gli economisti l’intesa potrebbe comunque portare benefici agli acquisti dei beni di consumo e dei casalinghi, con ricadute positive anche sull’industria chimica e meccanica. Gli scambi tra Ucraina ed ex repubbliche sovietiche superano i 113 miliardi di euro all’anno.