ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: al via il processo alle cantanti punk anti-Putin

Lettura in corso:

Russia: al via il processo alle cantanti punk anti-Putin

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ iniziato oggi il processo alle tre cantanti punk che dividono l’opinione pubblica russa per aver contestato il presidente Putin. Le Pussy Riot rischiano fino a sette anni di carcere, accusate di odio verso la Chiesa.

Davanti allo stesso tribunale dove è stato condannato Mikhail Khodorkovski, hanno ricevuto messaggi di sostegno.

Maria Aliokhina, Nadhezda Tolonnikova e Ekaterina Samoutsevitch sono in carcere da febbraio per aver fatto irruzione nella principale chiesa ortodossa del Paese, quella di Cristo Salvatore a Mosca, e intonato una preghiera punk in cui chiedono alla madonna: “sbarazzaci di Putin”.

Il patriarca Kyrill, sostenitore della candidatura dell’ex premier a presidente, ha definito l’atto un sacrilegio. Ong e star della musica internazionale hanno difeso il diritto della band alla libertà di espressione e critica.