ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diario Olimpico: si inizia subito con grandi battaglie

Lettura in corso:

Diario Olimpico: si inizia subito con grandi battaglie

Dimensioni di testo Aa Aa

Siamo arrivati al momento tanto atteso: l’apertura dei XXX Giochi Olimpici dell’era moderna. Dopo una lunghissima e difficile preparazione, Londra si è messa in ghingheri, per ospitare la sua terza Olimpiade della storia.

Tutto inizia con la faraonica cerimonia d’apertura allo Stadio Olimpico, diretta da Danny Boyle, Oscar nel 2009 con il film The Millionaire. Uno show incredibile, costato la bellezza di 34 milioni di euro.
Il nuovissimo impianto si trasforma in un grande teatro a cielo aperto, dove luci, musica e spettacolo allo stato puro, inaugurano l’evento sportivo dell’anno.

Sotto gli occhi attenti della Regina Elisabetta II e di 130 Capi di Stato, tra i quali Giorgio Napolitano, va in scena una rappresentazione in vero e proprio stile hollywoodiano, prologo della partenza di sabato, con le prime gare che assegneranno subito le medaglie.

Una delle piu’ attese è sicuramente quella di ciclismo su strada. 250 chilometri, attorno alla metropoli inglese, con partenza e arrivo sul ‘The Mall’, la strada che da Trafalgar Square porta a Buckingham Palace. Il grande favorito alla vittoria è il padrone di casa Mark Cavendish, vincitore dell’epilogo sugli Champs Elisées all’ultimo Tour de France. Ma il suo connazionale e trionfatore finale alla Grande Boucle, Bradley Wiggins non ha intenzione di stare a guardare. A provarci, per l’Italia, ci saranno il bronzo al Tour Vincenzo Nibali, Luca Paolini, Marco Pinotti e Matteo Trentin.

Altro evento che attirerà di sicuro le luci dei riflettori sono le gare che si disputeranno all’Aquatic Center.
Michael Phelps e Ryan Lochte si affronteranno subito nel primo duello ravvicinato. Scenario saranno i 400 misti, nella quale specialità lo squalo di Baltimora va a caccia del terzo oro olimpico, tra l’altro consecutivo. Si prospetta una sfida a due, quella per il primo gradino del podio, con gli altri a lottare per il bronzo. Sperano nella finale, almeno, gli azzurri Luca Marin e Federico Turrini.

Scende in acqua anche la stella di punta del nuoto azzurro, Federica Pellegrini. Un piccolo assaggio per la veneta, che parteciperà alla staffetta 4×100 stile libero, per testare la piscina dove poi si giocherà l’oro nelle gare individuali.

Si assegneranno medaglie anche nella scherma, con la Vezzali in prima linea, nel judo, nel sollevamento pesi, nel tiro con l’arco e nel tiro a segno.

Insomma, si inizia subito col botto a queste Olimpiadi, che promettono in campo uno spettacolo ancor piu’ emozionante (se possibile) di quello magistralmente diretto da Danny Boyle.