ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra 2012: polemiche per ricordare Monaco '72

Lettura in corso:

Londra 2012: polemiche per ricordare Monaco '72

Dimensioni di testo Aa Aa

Un minuto di silenzio: è quanto chiedono le vedove degli atleti di Monaco ’72.
Sono passati quarant’anni da quando 11 atleti rimasero uccisi nel sequestro della squadra israeliana, e le vedove speravano che almeno nell’anniversario ne fosse onorata la memoria. Non con cerimonie appartate, ma prima del discorso inaugurale. Non è andata così, il Comitato Olimpico non concede, e le vedove hanno chiesto dunque al pubblico, nello stadio, di alzarsi spontaneamente durante il discorso Di Jacques Rogge.

“Volevamo anche presentare una petizione che su internet, in pochi giorni, è stata firmata da 106.000 persone di tutto il mondo, convinte che si dovrebbe tenere un minuto di silenzio in memoria delle 11 vittime di Monaco”, spiega una delle vedove.

Il Comitato Olimpico Internazionale, per ora, si è limitato a farsi rappresentare nella cerimonia organizzata dal comitato israeliano.

Il direttore della comunicazione ribadisce: “abbiamo ricordato quelle tragiche circostanze lunedì, nel villaggio olimpico. Non posso aggiungere nulla, e per quel che ne so ci atterremo al calendario previsto”.

Era il cinque settembre 1972, quando un commando dell’organizzazione palestinese “settembre nero” sequestrò gli atleti israeliani. Undici morirono, insieme a cinque membri del commando palestinese e un agente tedesco. La più grave tragedia della storia olimpica.