ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi. Madrid-Berlino: attuare subito le decisioni UE. Moody's boccia anche il fondo salva-Stati

Lettura in corso:

Crisi. Madrid-Berlino: attuare subito le decisioni UE. Moody's boccia anche il fondo salva-Stati

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna è nella bufera. L’incubo default preme su tutti i paesi dell’eurozona. Da Berlino, in un comunicato congiunto, il ministro delle Finanze tedesco Schaeuble e il collega spagnolo de Guindos, si sono detti d’accordo nel velocizzare
l’applicazione delle decisioni europee; la crescita dei costi che Madrid sta fronteggiando per ottenere prestiti dai mercati non corrisponde alla sua forza economica e alla sostenibilità del suo debito pubblico.

Nell’incontro, nessun riferimento allo scudo antispread, ma ad una effettiva unione bancaria per ridare fiducia a banche e mercati. Fiducia che continua a mancare sulle principali piazze. Segno meno per i listini e spread alle stelle.

“Se la Banca centrale europea non intervenire per salvare la Spagna, dice questo analista, allora è la fine. L’uscita dall’euro porterebbe a conseguenze imprevedibili e disastrose per l’economia spagnola ed europea e a un’ecatombe per l’economia globale”.

Intanto Moody’s ora rivede al ribasso le prospettive del fondo salva stati europeo: da stabile a negativo. Per l’agenzia di rating la revisione al ribasso riflette il taglio dell’outlook di Germania, Olanda e Lussemburgo. Oggi nuove consultazioni, il ministro dell’economia spagnolo sarà a Parigi, mentre da Bruxelles fanno sapere che non è prevista la convocazione di un Eurogruppo straordinario sulla Spagna.