ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Washington. Convegno Mondiale dell'AIDS: si va verso la fine dell'epidemia

Lettura in corso:

Washington. Convegno Mondiale dell'AIDS: si va verso la fine dell'epidemia

Dimensioni di testo Aa Aa

Restano ancora tante sfide ma cambiano le parole chiave nella lotta all’AIDS. Invertire la marea della malattia insieme. Con questo slogan si è aperto ieri a Washington il XIX Convegno Mondiale con l’obiettivo dichiarato di far scattare la corsa verso la fine dell’epidemia. Madrina d’eccezione Sharon Stone; oltre 25 mila le persone presenti al simposio che torna negli Stati Uniti dopo 22 anni, grazie alla rimozione da parte dell’amministrazione Obama del bando che vietava l’ingresso negli Usa ai sieropositivi.

Scienziati ed attivisti celebrano l’efficacia delle terapie antivirali che allungherebbero la vita dei pazienti, rendendo l’AIDS una malattia cronica. “ Per una persona che, come me, convive con l’HIV da 25 anni, è importante essere qui. Io sono vivo, racconta il Direttore dell’Hiv and Infectious Diseases. Posso stare qui, assistere a tutto questo. Se avessimo avuto le risorse e il sostegno finanziario necessari, molte di queste persone non sarebbero morte”.

Grazie ai progressi fatti, la mortalità globale è scesa del 20%. Nodo da sciogliere: i fondi per la ricerca: all’appello mancano ancora circa 22 miliardi di dollari per gli obiettivi prefissi al 2015.